Scroll to top
In onda sul canale 211 del dtt
Condividi

DECRETO CLIMA, IL BONUS ROTTAMAZIONE ESTESO ALLE 2 RUOTE

ROMA (ITALPRESS) – Si avvicina l’”ora X” per il decreto Clima. E’ attesa per oggi infatti l’approvazione del provvedimento ambientale da parte del Consiglio dei Ministri.
Dovrebbe essere confermato, tra le altre norme, il bonus mobilità di 1.500 euro per chi rottama auto fino a Euro 3, e da 500 euro per chi invece rinuncia a motocicli Euro 2 e 3 a due tempi. Il buono potrà essere utilizzato per abbonamenti al trasporto pubblico o per l’acquisto di biciclette normali o a pedalata assistita. Per questa misura vengono messi a disposizione 255 milioni di euro.
L’agevolazione sarà riservata ai residenti nelle città interessate da procedura di infrazione comunitaria per ridurre le emissioni di CO2.
In attesa dell’approvazione definitiva, Confindustria ANCMA, contattata dall’ITALPRESS, valuta “con interesse l’impegno del Governo in questa direzione e qualsiasi iniziativa in grado di sostenere il mercato e valorizzare gli investimenti che l’industria delle due ruote impiega da sempre in ricerca e sviluppo per migliorare l’impatto ambientale dei veicoli”, spiega Giannetto Marchettini, commissario dell’associazione di categoria.
“Siamo molto confidenti, il provvedimento contiene alcune delle nostre istanze che abbiamo sottoposto all’esecutivo con grande spirito di dialogo. In particolare l’inserimento tra i destinatari delle misure anche i cittadini che vorranno acquistare una bicicletta a pedalata muscolare o elettrica, tema su cui ci siamo spesi molto”, prosegue.
Sul fronte delle aziende delle due ruote, è positivo anche il commento di Paolo Gagliardo, Ceo di Quadro Vehicles, per il quale “il governo ha preso un’ottima decisione volta a svecchiare il parco circolante e favorire la mobilità compatta e sicura nelle città italiane”. “Questa mobilità è la missione principale che vogliamo portare avanti attraverso i nostri prodotti innovativi. Ben venga che ci sia una sensibilizzazione pubblica nella prospettiva di incentivare la circolazione di veicoli più sicuri, più efficaci e anche meno inquinanti”, ha aggiunto.
(ITALPRESS).