L’eterno ritorno di Kpmg

Redazione Altro Corriere11 ottobre 20175min5290
La gara Consip per scegliere i nuovi advisor per le Regioni non si è ancora conclusa. Ma la burocrazia insiste ancora sulle proroghe per la multinazionale dei controlli. Che costa due milioni all’anno e, negli ultimi mesi, ha frequentato poco la Cittadella





CATANZARO I calabresi sono destinati a essere controllati da Kpmg. Non c’è verso di cambiare: di anno in anno, di proroga in proroga, la mega società di consulenza punta (anche) sulla Regione per aumentare il proprio fatturato. E la burocrazia della Cittadella è sempre lieta di (ri)aprirle porte che sembravano essere serrate.
L’ultima: Massimo Scura, commissario al Piano di rientro, mette nero su bianco che «è necessaria e opportuna la prosecuzione delle attività dell’advisor contabile». Scura firma la nota. Ma l’idea, per così dire, non è sua. La struttura commissariale prende atto di una serie di provvedimenti già attivati dal dipartimento Tutela della salute. L’8 maggio 2017, scrive il commissario, «la Regione ha attivato la ripetizione dei servizi analoghi (…) del contratto sottoscritto in data 17 marzo 2014 tra la Regione e il Raggruppamento temporaneo di imprese Kpmg advisory spa, mandataria, Ernst&Young financial business advisors spa, mandante, e Pricewaterhouse Coopers advisory spa, mandante, avente per oggetto “servizi di advisory contabile previsti per le Regioni sottoposte ai Piani di rientro”». E poi con un altro decreto, la Cittadella «per garantire la continuità delle attività dell’advisor contabile, e nelle more dell’aggiudicazione della nuova gara Consip, ha attivato il quinto d’obbligo della ripetizione fino al 31 luglio». Servizi pari a un quinto dell’importo, per non perdere la continuità. E lasciare al proprio posto Kpmg anche se, ed è questa la novità, al ministero dell’Economia c’è in itinere una nuova gara che sceglierà il prossimo advisor a cui affidare i conti sanitari delle Regioni in difficoltà. Deve trattarsi di una gara complicata, visto che – il dato è contenuto ancora nella comunicazione di Scura – il bando è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il 26 novembre 2016 e «ad oggi non è stata perfezionata l’aggiudicazione definitiva».
Nel frattempo – tra un decreto e l’altro – «le attività relative alla ripetizione sono terminate il 5 agosto 2017». E, mentre «non è ancora avvenuta l’aggiudicazione definitiva della gara, la Regione ha comunque l’obbligo di garantire la continuità delle attività di monitoraggio dell’advisor contabile». Il Mef non ha ancora scelto il partner da affidare alla Calabria, la Calabria invece non ha dubbi e punta (ancora) su Kpmg. Resta da chiarire quanto, invece, Kpmg punti ancora sulla Regione. Fonti del dipartimento Tutela della Salute, infatti, raccontano che, da mesi, l’advisor ha “diradato” molto le proprie presenze a Catanzaro.
Si apre così una nuova questione: a quanto ammonta la retribuzione contrattuale, visto che viene assegnata in relazione al numero di presenze dei consulenti a giornata? E, fatto non meno importante, qualcuno – i vertici del dipartimento – ha verificato queste presenze?
Il fatto è che l’emergenza sanitaria in Calabria si poggia sui servigi, lautamente retribuiti, della multinazionale. Non sempre, però, queste attività si sono dimostrate affidabili al cento per cento. Prendiamo il caso delle fatture pagate due volte e dei «conti insoliti» (il copyright è della Corte dei conti) all’Asp di Reggio Calabria. Materiale finito anche sotto la lente della magistratura ordinaria. E sfuggito, evidentemente, ai molteplici sistemi di controllo di Kpmg: che sono ben remunerati e, soprattutto, intoccabili. Un eterno ritorno che si accompagna alla perenne crisi della sanità calabrese. E costa due milioni di euro all’anno. Finché c’è crisi c’è fatturato. E alla Regione sembra star bene a tutti. Chissà cosa ne pensa Oliverio.

Pablo Petrasso
p.petrasso@corrierecal.it




Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Cartellone Eventi




Chi siamo

L’altroCorriere nasce per integrare linguaggi diversi con un unico scopo: dare le notizie. Siamo un sito web ma anche una tv (che potete trovare in streaming sul portale e sul canale 211 del digitale terrestre).


CONTATTACI

CHIAMACI

Newsletter



Via del Mare, 65 88046 Lamezia Terme (CZ)
Telefono e fax: 0968-53447

REA – CZ – 190494
Reg. imprese – CZ – 03199620794